27/02/2013 – COMPITO SULLA VISIONE

La visione arriva da lontano, quando meno telo aspetti.
Essa sposta il fuoco, cambia lo spazio, deforma i colori

 

26022013006

dove prima era l’aria ora c’è l’acqua
dove l’acqua ora c’è l’aria

La visione ti sceglie come fuga prospettica
ti segue come il riflesso sul mare

tuo malgrado

Basta sporgersi, porgersi in offerta fedele

la deformazione è un luogo della vista
un confine tra i fluidi
se la tocchi sei già dentro